La storia di Anna e Giovanni

ANNA & GIOVANNI TOMC

 

In lingua originale

http://www.migrationheritage.nsw.gov.au/stories/canterburys-people/anna-giovanni-tomc/

 

Di Canterbury Persone: Anna e Giovanni Tomc sono nati in quella che oggi è la Bosnia, dell'ex Iugoslavia. Sono arrivati ​​a Melbourne nel 1959 come rifugiati. Anna e Giovanni hanno stabilito una vita estremamente felice in Australia e in particolare in Lakemba, dove hanno cresciuto i loro due figli.

 

 

 

 

Primi anni di vita di Anna in Bosnia (ex Jugoslavia)

Il piccolo villaggio di Stivor dove sono nati Anna e Giovanni era una città multiculturale, con solo 68 case. Come i nonni di Anna che è venuto a Stivor nel 1880, molte delle persone del villaggio erano di origine italiana. La maggior parte delle famiglie del villaggio fatto di vino, tra cui il padre di Anna, che ha descritto come 'un uomo amabile'

.Era un muratore e la madre di Anna lavorava nel cura casa per Anna, i suoi due fratelli e una sorella.

"Ho avuto un'infanzia molto felice, tutte le nazionalità dei bambini giocavano insieme."

A causa della guerra e la distanza della scuola superiore del villaggio, Anna ha frequentato solo la scuola in età 10-14 anni.

Divertimento per la famiglia coinvolta grandi riunioni di famiglia, dove Anna avrebbe ascoltato con "orecchie aperte" alle storie della nonna, così come i suoi nipoti ora ascoltare le sue storie di vita in Bosnia e oltre.

Anna era un bambino durante la seconda guerra mondiale e ricorda la madre inaugurando i bambini sotto il tavolo, mentre le bombe venivano eliminati. Giovanni è di sei anni più vecchio, e ha assistito l'impatto della guerra sulle persone:

"C'erano tre armate in Bosnia. Alcuni giorni tutti e tre pattuglie dell'esercito hanno attraversato il nostro paese; i tedeschi che occuparono la Jugoslavia durante la seconda guerra mondiale, l'esercito serbo e dell'esercito croato. E 'stato un momento di grande lotta per molti e la maggior parte delle famiglie ha dovuto dare cibo al personale dell'esercito e sono stati lasciati con molto poco per se stessi ".

 

Il matrimonio di Giovanni

Dopo l'incontro in una funzione di chiesa, Anna e Giovanni trascorso due anni corteggiamento e si sono sposati nel 1957. Anna andò a vivere con la famiglia di Giovanni e ha contribuito in azienda, mentre lavorava in Novisad, una città più grande a una certa distanza dal Stivor. Anna mancato Giovanni enormemente e non vedeva l'ora di sue visite occasionali a Novisad.

Gli anni dopo la Seconda Guerra Mondiale nella ex Jugoslavia sono stati segnati da disordini civili e di disagio sociale ed economico. Molte persone sognavano una vita migliore in occidente. E 'stato un sogno che Giovanni condivisa e nello stesso anno la coppia si è sposata, ha fatto una visita a sorpresa ad Anna, dicendole di mettere in valigia una piccola borsa e fare una rapida visita alla sua famiglia perché stavano andando via. All'insaputa di Anna, non erano per tornare a Stivor solo molti anni dopo, nel 1973. Anna ricorda:

"Ho fatto subito una visita a mia madre, lei era a letto ammalato, ma lei mi ha benedetto e poi sono tornato per il confezionamento di due pezzi di abbigliamento, una statua della Madonna che è stato dato a me il giorno del mio matrimonio, una Bibbia e rosario . "

A questo punto Anna non si rese conto che stavano lasciando la Jugoslavia per sempre.

"Non ho avuto la possibilità di dire addio a mio padre, lui era fuori per lavoro ... Mi sento triste per quello ... è morto in un cantiere nel 1964 e io non lo vidi più."

 

Escaping Jugoslavia

Anche se Anna e Giovanni possono ora guardare indietro ai mesi dopo la loro partenza da Bosnia prima del loro arrivo in Australia come 'avventura', nel momento in cui era molto pericoloso e talvolta spaventoso. La loro fuga in Italia ha coinvolto un viaggio di quattro giorni in treno, bus e piedi. In primo luogo hanno preso un treno per Zagabria dove si sono incontrati i cugini di Giovanni che ha anche pianificato di fuggire con lui.

"Non erano contenti di scoprire che stavo per essere fuggire con loro. Erano preoccupati che non sarei abbastanza forte e, inoltre, che non stavano prendendo i loro fidanzate e ... [ma] a volte ero più forte di loro. "

Il gruppo si è preso molta cura, come lo erano consapevoli del fatto che, se sono stati catturati in fuga sarebbero imprigionati. Dopo due giorni di viaggio in treno, autobus e evitando le pattuglie che controllano la carta d'identità del passeggero, sono andati a piedi nel bosco e camminarono per una notte e un giorno.

"Abbiamo camminato per tutta la notte. Era freddo e abbiamo fatto il nostro viaggio più lungo perché abbiamo frainteso la mappa, anche noi non abbiamo avuto alcun cibo o acqua. Ho pregato molto e la mattina abbiamo visto un edificio che sembrava un castello, e poi resi conto che era il punto di controllo alla frontiera [italiano]. "

Anna e Giovanni trascorso la giornata nella boscaglia fino a quando non era buio e poi finalmente il gruppo convocato il coraggio di mostrarsi e passare illegalmente attraverso il checkpoint.

"Quando abbiamo finalmente attraversato il confine eravamo tutti abbracciati ed erano così eccitati."

La polizia italiana li presi e sono stati portati a Trieste campo profughi dove rimasero per sei mesi. Sono stati valutati da Interpol e ha trascorso i prossimi 18 mesi in vari campi giro per l'Italia. Linda, la loro figlia, è nato nel 1958 nel campo profughi.

 

Arrivando in Australia

Anna e Giovanni non sapevano nulla in Australia prima di arrivare a Melbourne nel 1959. Giovanni ha deciso quale paese andavano a:

"Ho scelto l'Australia perché era un paese giovane ed era abbastanza lontano dai Balcani dove c'è sempre il potenziale per la guerra e disordini civili."

Anna era sollevato quando la famiglia era finalmente a bordo della barca con destinazione Australia:

"Ero sul ponte della barca 'Australia', che ha lasciato Napoli e avevo in mano Linda up.Un uccello volava con noi ed io ero pieno di speranza di iniziare una nuova vita, ma anche triste che io possa mai più rivisto la mia famiglia ".

Dopo la barca ormeggiata a Melbourne, Tomcs preso il treno notturno per Bonegilla Campo Migrant vicino Albury-Wodonga. Non avevano molti vestiti e il tempo era piuttosto freddo. Erano molto grato che all'arrivo al campo sono stati dati lenzuola e coperte pulite e tanto cibo da mangiare come volevano.

 

Alone at Bonegilla Campo

Non molto tempo dopo essersi stabilito in Bonegilla, Giovanni è stato offerto un posto di lavoro in una fabbrica di vetro di Alessandria (Sydney) e alla delusione di Anna, doveva rimanere in campo con Linda. La politica del governo al momento designato mogli e figli di rimanere in campo fino a quando gli uomini si stabilirono nel loro nuovo lavoro.

"Hanno preso gli uomini fuori in un grande camion aperto e mi è stato lasciato in campo senza conoscere nessuno. Mi sono imbattuto e corse dietro il camion con il bambino in braccio fino a quando sono crollato e ho messo a terra tutto il giorno fino a che non stava facendo tardi. "

Intraprendenza naturale di Anna l'ha aiutata regolare rapidamente alle routine del campo. Una delle sue più grandi sfide che fare con il suo bambino da sola. A un certo punto ha trovato una vecchia carrozzina che mancava una ruota. Ha ripulito tutto e sembrava abbastanza liberata per non dover portare Linda giro sul fianco per tutto il tempo.

Anna non aveva soldi e l'unico inglese ha parlato era "come si fa", ma attraverso l'osservazione si accorse di alcuni eventi e modelli. Questo incluso se il nome di qualcuno è stato chiamato il megafono che significava che era il momento di lasciare il campo per ricongiungersi con il marito.

"Ero così eccitato il giorno il mio nome è stato chiamato fuori il megafono ... l'unica cosa è che non mi rendevo conto di quanto tempo ci sarebbe voluto me per raggiungere Sydney e io non era preparato per un così lungo viaggio in autobus e poi treno. Non ho avuto alcun cibo o acqua con me, e Linda urlavo perché era così affamato. Ho chiesto se qualcuno parlava sia italiano, ucraino o jugoslava. Finalmente ho trovato qualcuno che parlava italiano e ci hanno dato cibo e coperte ".

 

Riuniti a Sydney

Una volta a Sydney, Anna e Linda sono state prese a Villawood Hostel e Anna ricordato di essere terrorizzato. C'era "un sacco di Bush, molti Humpies dell'esercito e non un'anima in giro". Sembrava molto tempo prima aveva visto Giovanni:

"Quando finalmente eravamo insieme, ci abbracciammo e piangemmo e siamo rimasti soddisfatti da allora in poi."

La famiglia ha soggiornato per diversi mesi in Villawood prima di trasferirsi in una pensione a Surry Hills per essere più vicino al lavoro di Giovanni. La coppia non aveva più soldi che hanno dovuto pagare Villawood Hostel indietro per la loro sistemazione.

Anna ha trovato lavoro in un ristorante i piatti di lavaggio di notte. Ha lavorato molto lunghe ore, ma sono riusciti a salvare un po 'di soldi e presto sono stati in grado di cercare una sistemazione alternativa. Nel 1961 hanno acquistato una casa a Sydenham insieme con il fratello di Anna, che era anche venire in Australia.

 

Trasferirsi in zona di Canterbury

Anna e il secondo figlio di Giovanni John è nato nel 1964. Nel 1966, Anna e Giovanni ha deciso di acquistare una casa in Lakemba. Erano familiarità con la zona in cui di tanto in tanto visitato un amico lì. Hanno sentito che la zona era abbordabile e aveva molto da offrire una giovane famiglia. Giovanni e il fratello di Anna hanno lavorato duramente per estendere la piccola casa della federazione così tutta la famiglia di Anna potrebbe vivere comodamente lì. Nel 1969 la sorella di Anna ei suoi cinque figli, così come la madre di Anna, era immigrato, e insieme alla famiglia Tomc e il fratello di Anna vivevano tutti in casa insieme per un certo numero di anni. Anna era così felice di avere tutti la sua famiglia di nuovo insieme.

Nel 1973, Anna e Giovanni ei loro figli hanno visitato Stivor per la prima volta da quando la loro migrazione verso l'Australia. Era il periodo di Pasqua e quattro molto apprezzato stare con la propria famiglia nel corso della stagione festiva. Cinque anni più tardi hanno sponsorizzato i genitori di Giovanni per una vacanza sei mesi in Australia.

Nel corso degli anni successivi Anna, Giovanni ei bambini andavano in giro con fermezza stabilendosi sia personalmente che finanziariamente. Giovanni ha lasciato la sua posizione di fabbrica e si trasferì nel settore delle costruzioni, Anna andò a lavorare turno di giorno a Sunbeam ed entrambi Linda e John sono andati a Belmore Public School.

Scuola secondaria di Linda era a Canterbury High School e John a Belmore North High School. Di Anna inglese è migliorato notevolmente quando entrambi i bambini erano a scuola. Ci hanno aiutato Anna e Giovanni con il loro inglese ed i bambini sono stati insegnati croato dai loro genitori e nonni. John inoltre partecipato Sabato scuola per imparare croato durante gli anni del liceo.

La famiglia Tomc tornato in Bosnia nel 1986, quando John finito l'università, questa volta per trascorrere il Natale lì.

"E 'stato strano tornare a Sarajevo, tutto era cambiato ... le persone erano diventate molto moderno, i prodotti erano cambiate e c'era una nuova moneta ... abbiamo molto sentito che l'Australia è stata la nostra casa".

 

Cambiamenti nella zona di Canterbury

Nel corso dei 36 anni hanno vissuto in Lakemba, Anna e Giovanni hanno visto movimenti significativi di persone dentro e fuori della zona e altre modifiche:

"Quando ci siamo trasferiti nella nostra strada c'era solo tre o quattro persone greci o italiani residenti lì, il resto erano australiani. Oggi ci sono solo tre australiani e il resto sono tutti i nuovi australiani ... la zona è cresciuta così tanto ... i bambini potevano giocare a cricket sulla strada perché il traffico non era affollata come lo è oggi e ci sono molte più unità costruiti nella zona ora . "

Giovanni è stato un membro del Canterbury League Club per oltre 30 anni e ha ricevuto una medaglia d'oro per la sua appartenenza. Ha visto drammatici cambiamenti al Club oltre quegli anni.

"E 'stato come un piccolo capannone in confronto a quello che è oggi, è stato fatto di legno."

La famiglia non possedeva una macchina per molti anni, quindi il fulcro della loro vita sociale e ricreative tendeva ad essere nella zona di Canterbury. Andarono in chiesa nella chiesa di San Giuseppe a Belmore e bambini hanno partecipato classi Scritture ci quando erano giovani.

Nel corso degli ultimi 15 anni Anna ha tenuto corsi Scritture nelle scuole locali. Ha iniziato come assistente e dopo un po 'ha preso le classi se stessa. Anna ha ricordato che nei suoi primi anni di insegnamento Scrittura dei numeri di classe erano circa il 21 per classe, mentre oggi sono molto più piccoli.

 

Oggi

Dopo il liceo Linda studiato infermieristica e John andò University. Sia Anna e Giovanni sono molto orgogliosi dei risultati raggiunti dei loro figli, tra cui la produzione di nipoti 'bello' per loro.

Anna si sente molto grato di aver incontrato persone meravigliose nella sua comunità, quelle all'interno della chiesa, le sue lezioni ei suoi vicini. Giovanni riassunto che vivono nella zona, dicendo:

"Io non voglio una casa, io voglio una casa. Sappiamo che molte delle persone in strada e Wave a loro. Noi amiamo la natura multiculturale del territorio, giovani e meno giovani, diciamo ciao a tutti loro. "

Copyright © Circolo Trentini di Stivor 2013. All Rights Reserved 

CIRCOLO TRENTINI DI STIVOR

Privacy Policy